Categories

Regions

Patrimonio mondiale dell’umanitá UNESCO

Alla Scoperta di Monte Sant' Angelo

Monte Sant’Angelo (Mònde in dialetto locale) è un comune italiano di 12 061 abitanti della provincia di Foggia in Puglia, celebre per il santuario di San Michele Arcangelo (Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO), meta di pellegrinaggi dei fedeli cristiani sin dal VI secolo. È sede dell’Ente Parco nazionale del Gargano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su email

Goditi fantastici itinerari nei dintorni di Monte Sant'Angelo con una grande squadra di guide esperte.

Guide per la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturale, archeologico, storico, culturale ed enogastronomico di Monte Sant’ Angelo.

eventi,notizie ed itinerari

Escursioni

Mtb Easy tour

All’interno del Gargano Trail Center, potrai trovare molte proposte per tour ed itinerari da affrontare con bici FRONT/XC/TRAIL e FULL (ALL MOUNTAIN-ENDURO) con dislivelli e lunghezze variabili per

Continua
Gargano Wine & Taste

Gargano Wine tour

Vino e Olio Tour Pastorella La passione del vino e l’amore per il territorio La cantina Posta Pastorella si trova a Vieste all’interno dell’agriturismo omonimo che si estende su circa dodici

Continua
Gargano Jeep

Gargano Safari Jeep

Escursione Jeep Safari Un avventurosa escursione adatta a tutti, grandi e bambini, percorrendo insieme i sentieri più belli del Gargano, Puglia. A bordo delle nostre jeep

Continua
Escursioni

Gargano Adventure Quad

Adventure Long Quad Un ‘escursione per tutti quelli che non si accontentano della durata di 6 ore (dalle 10:00 alle 16:00), che amano esplorare, conoscere posti nuovi

Continua

Scarica la guida di puglia promozione

Top Restaurant

il territorio...

Il centro urbano si erge su uno sperone del Gargano in una zona boscosa non distante dal mare. La natura calcarea del suolo si manifesta in una pluralità di fenomeni carsici, tra i quali la famosa grotta dell’arcangelo Michele. Una delle particolarità geografiche di Monte Sant’Angelo è che il suo territorio include, oltre a terreni montuosi, anche terreni pianeggianti bagnati dal mare (la piana di Macchia frazione di Monte Sant’Angelo, composta da due contrade: Macchia Posta e Macchia Libera). La cittadina si affaccia sul golfo di Manfredonia.

Calore e tradizione... Patrimonio Mondiale!

Tra storia e legenda...

Sebbene il centro urbano sia stato fondato attorno all'anno 1000, la storia di Monte Sant'Angelo è precedente di almeno cinque secoli. Secondo la tradizione, un certo Elvio Emanuele, ricco proprietario e signore del Monte Gargano, aveva smarrito un toro di sua proprietà. Dopo vari giorni di ricerca lo trovò inginocchiato all'interno di una spelonca quasi inaccessibile. Vedendo l'impossibilità di dargli soccorso, il ricco pastore scoccò una freccia che inspiegabilmente, tornò indietro, ferendolo. L'uomo rimase assai turbato dell'accaduto e raccontò il tutto al vescovo di Siponto, san Lorenzo Maiorano. Questi così ordinò ai fedeli tre giorni di penitenza. Al terzo giorno, l'8 maggio del 490 l'arcangelo Michele apparve al santo vescovo e gli ordinò di dedicare la grotta al culto cristiano in suo nome. Dopo questa apparizione (detta del Toro) l'Arcangelo si manifestò al vescovo Maiorano nel 492 e nel 493[8] Nel VII secolo i Longobardi[9], particolarmente devoti di san Michele, elevarono la grotta a loro santuario nazionale. Attraverso il tratto della Via Francesca si sviluppò un intensissimo flusso di pellegrini. Saccheggiata dai saraceni nell'871, nella seconda metà del XI secolo la Sacra Grotta divenne meta obbligata dei crociati diretti in Terrasanta. In seguito nei pressi della grotta andava sviluppandosi il centro urbano che fra il 1086 e il 1105 divenne capitale di un vasto possedimento normanno, fondato da Enrico figlio di Roberto conte di Lucera. Il possedimento comprendeva l'intero Gargano. Nel 1177 Guglielmo II re di Sicilia dona alla sua giovane moglie, Giovanna d'Inghilterra, Monte Sant'Angelo appellandolo Honor Montis Sancti Angeli. Nel 1401 Monte Sant'Angelo ottenne da papa Bonifacio IX il titolo di Città.[10] Nel 1466 la città fu concessa da Federico I di Napoli al campione della resistenza albanese contro gli Ottomani e athleta Christi Giorgio Castriota, detto Scanderbeg, insieme a San Giovanni Rotondo e Trani. Nel Seicento Monte Sant'Angelo entrò a far parte del Regno di Napoli. Il disastroso terremoto del Gargano del 1646 causò a Monte Sant'Angelo il crollo di oltre 100 edifici e la morte di cinque persone[11]. Secondo la tradizione, durante l'epidemia di peste del 1656, l'Arcangelo si sarebbe manifestato al vescovo della diocesi Giovanni Alfonso Puccinelli dispensando grazie e guarigioni. La peste aveva decimato la popolazione locale e in uno scritto del religioso Bernardo Banfi si leggeː[12] «Rimase quasi desolata e distrutta la Provinzia di S. Angelo in Puglia, di tanti e sì buoni Reli-giosi, che la riempivano, onde venendo a mancare la coltura spirituale nelle Chiese, Cori, ed Altari, erano divenuti li Conventi abbandonate Spelonche, senza poter trovare Giovani nazio-nali, che vestissero il Serafico Abito, e cresciuti in numero riparassero a tante rovine. Per un’avvertita ripresa della vita religiosa, si fece appello ai vari conventi riformati del Lazio, Toscana, Romagna, Liguria, Lombardia ecc… perché inviassero nel Sud religiosi a riaprire le case abbandonate e deserte. La risposta più spontanea venne dalla Versilia [...]» (Bernardo Banfi, Relazioni di alcuni Religiosi stranieri, i quali dopo il Contaggio del Regno di Napoli, accaduto l'anno 1656, presero l'Abito nella Riformata Provinzia, 1730) Tra questi religiosi versiliesi, in tanti provenivano dai borghi di Terrinca e Retignano.[12] Dal 1700 in poi nacquero molti quartieri nuovi che modificarono in parte l'aspetto originale delle antiche mura dell'VIII secolo, che fino ad allora erano rimaste immutate. Nell'Ottocento Monte Sant'Angelo venne aggregato del Regno d'Italia. È stato sede fino al 2010 della Comunità Montana del Gargano (soppressa nello stesso anno)[13] Dal 2014 è presente invece una delle sedi di un'agenzia della Regione Puglia, l'ARIF (Agenzia regionale attività irrigue e forestali).

Nuove Attività Commerciali

Numeri ed indirizzi utili

Pronto Soccorso

Viale Santa Croce, 71037 Monte Sant'Angelo FG

Carabinieri

Via Niviera, 2, 71037 Monte Sant'Angelo FG Telefono: +39 0884 561233

Comune

Corso Lorenzo Fazzini, 29, 71019 Vieste FG Tel: Centralino +39 0884 566214

Farmacie

da inserire link farmacie

Promozioni ed Offerte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su email
Condividi su skype
Condividi su telegram

Come Arrivarci...